Con il cambiare degli usi e costumi, delle mode e delle esigenze, cambiano anche i mestieri. Per trovare qualcuno che ancora svolga un mestiere ormai in “disuso” bisogna spostarsi dalle grandi metropoli e girare per i piccoli paesi di provincia dove ancora si respira l’aria della tradizione del territorio.
Vediamo quali sono alcuni di questi mestieri in via d’ estinzione:
La Filatrice
che con l’abilità delle sue mani e il fuso crea un filo attraverso la torsione di varie fibre tessile. Insieme a lei le figure della tessitrice e della ricamatrice sono ormai sostituite da macchine computerizzate.
L’ Arrotino
Chi di noi non ha nelle orecchie il richiamo alle donne dell’ arrotino proveniente dalla strada  per annunciare il suo arrivo? In tempi molto lontani l’arrotino era all’occorrenza anche ombrellaio e girava per la città su un biciclo-carretto, successivamente trasformatosi in furgoncino con apposita attrezzatura per rendere nuove le lame dei coltelli.
La Materassaia
eseguiva la manutenzione dei materassi e cuscini in lana, che dopo diversi lavaggi tendeva a compattarsi, e allora interveniva lei che con le sue mani procedeva alla cardatura di ogni ciocca. I materassi a molle, e successivamente quelli in lattice hanno cancellato questo mestiere, anche se gli anziani più restii ai cambiamenti ancora adoperano la lana.
Il Pignataru
era un artigiano specializzato nella creazione di pentole in coccio utilizzate specialmente nella cottura dei legumi. Questo tipo di casseruola conferisce a ceci e fagioli un sapore particolarmente buono,ma la pentola a pressione riduce i tempi di cottura e questo mette da parte la tradizione culinaria.
Ma se esistono dei mestieri che tramontano, ne esistono altrettanti che nascono. Viviamo nell’epoca del web, e non può mancare i web publisher che  aggiornano i siti e i blog; abbiamo i blogger che sono opinionisti, giornalisti o esperti di settore che scrivono sui blog affrontando argomenti di interesse comune.
Oppure abbiamo gli artisti che creano piccole opere d’arte: il cake designer che ha scavalcato la figura del pasticciere trasformando le torte in sculture.
La nails artist é invece preferita alla manicure:in questo caso oggetto della trasformazione artistica sono le unghie.
E nell’era in cui le fonti di energia rinnovabili vengono scoperte e rivalutate non poteva mancare l’Energy Manager che analizza e ottimizza il fabbisogno energetico delle aziende.
E tu, quale altro mestiere del futuro prevedi?