Il cibo non è solo qualcosa che soddisfa il  fabbisogno di nutrirci per sopravvivere. Il cibo è un piacere, è uno stile di vita: quello che scegliamo di mangiare ci rappresenta.

Ludwig Feuerbach, filosofo,  disse “noi siamo quello che mangiamo”.

Se mangiamo cibo selezionato e spendiamo un po di tempo in più per sceglierlo, ci vogliamo più bene e il nostro organismo non può che trarne benefici. Se apparecchiamo per bene la tavola, e impiattiamo la nostra pietanza con amore, ne trarremo particolare giovamento.

Il cibo può essere anche un’ottima arma di seduzione, non a caso il detto “prendere per la gola”.

Immaginiamo ad esempio di aver invitato a cena una persona che ci piace e che vogliamo colpire positivamente in qualche modo. Mentre nel forno sta terminando la cottura del nostro piatto meglio riuscito, il nostro lui o la nostra lei bussa alla porta e noi l’ apriamo  sfoderando il nostro sorriso migliore.

Dopo i primi dieci minuti di frizzante conversazione, proponiamo un antipasto che servirà per stuzzicare l’appetito.

Quello che suggerisco questa sera, è un antipasto di “fuoco”: fuegò di Larò, carciofini siciliani, e un bicchiere di Vigna delle Volpi della Cantina Val di Neto .IMG_4475

 

 

Fuegò è composto da peperoncino, olio, pomodorini secchi ciliegino, origano, acciughe, capperi, olive, semi di finocchio selvatico, aceto di Nero d’ Avola, e Passito di Pantelleria. Il tutto in olio extravergine di oliva. Ma attenzione: è piccante …al punto giusto!

IMG_4501

I carciofini siciliani sono carnosi, dal gusto pieno e delicato.

IMG_4432

Vi consiglio di servirli su un vassoio o su un tagliere da consumare sul divano o meglio ancora su un terrazzo. Servirà a rendere l’atmosfera più disinvolta!

 

 

A questo punto la serata ha preso la giusto piega e non vi resta che godervela.IMG_4514

Poi si sa…l’appetito vien mangiando!