Quando sentiamo parlare di galateo, soprattutto a tavola, pensiamo subito a qualcosa di noioso e impegnativo, e invece le regole del bon ton servono per facilitarci i movimenti e come tutte le regole…creano ordine.

Vediamo insieme come apparecchiare elegantemente una tavola, e come l’osservanza di queste regole, trovi in realtà una logica.

Cominciamo dalle posate:I cucchiai vanno alla destra del piatto perché è con la mano destra che mangiamo il brodo; per il coltello vale la stessa regola, quindi anche questo andrà riposto a destra con la lama rivolta verso l’alto; la forchetta si colloca a sinistra del piatto perché quando dobbiamo tagliare una pietanza che richiede l’uso del coltello, useremo la mano sinistra per impugnare la forchetta. Le posate da dessert vanno messe davanti al piatto: le forchettine con la punta verso destra, i cucchiaini con le punte verso sinistra.

I bicchieri ( che sono due, uno per l’acqua che sarà piu grande dell’altro, destinato al vino) si sistemano verso destra perché è con la mano destra che si prenderà.

Passiamo ai piatti: non tutti sanno che quelli fondi si usano solo per i primi piatti brodosi, per la pasta asciutta si usa il piatto piano.

  • Le tovaglie di lino o di fiandra si dovrebbero usare solo in occasioni informali. Per le cene in famiglia o con gli amici vanno bene anche le tovagliette all’americana e per le feste di compleanno a buffet sono ben accette anche le tovaglie di carta colorate.
  • Il tovagliolo trova la sua collocazione sia a sinistra che a destra e anche al centro del piatto.Le piegature artistiche sono adatte solo per cene con amici.

Ricordiamo che la semplicità è sinonimo di stile.

A questo punto, la tavola è apparecchiata, non ci resta che imbandirla!